Qui dove fioriscono le torte

Ed eccoci qua!!! Per la mia amica Monica e per le tante persone che me l’hanno chiesta in questi anni…il mio fiore all’occhiello quella che più di tutte mi ha fatto innamorare della cucina il piacere dell’attesa che i lieviti i dosaggi e la mia mano compissero il risultato che ogni volta mi emoziona…la TORTA DI ROSE🌹

Che dirvi…mi impegno nello scrivere i dosaggi con una premessa: ogni torta è una storia diversa e vi darà risultati diversi e sempre bellissimi!

Ingredienti

  • 600 gr di farina (metà Manitoba metà doppio zero)
  • 6 uova intere
  • 300 gr zucchero
  • 300 gr burro
  • 100 gr circa di zucchero a velo o quanto basta a ricoprirla abbondantemente a fine cottura
  • Una bacca di vaniglia
  • Un pizzico di sale
  • 25 gr lievito di birra
  • Acqua (latte solo all’occorrenza)

IMG_3038

La stagione e le condizioni climatiche hanno una grande influenza sul risultato finale sarà bello sperimentarlo👍🏻

Io comincio così…unisco tutti i liquidi: Sciolgo il lievito in pochissima acqua aggiungo le 6 uova e mescolo energicamente con la frusta (o planetaria) aggiungo poco alla volta metà farina circa affinché sbattere sia ancora un’operazione facile e continuo a lavorare l’impasto.

IMG_3040IMG_3046IMG_3048IMG_3050

IMG_3058

Quando assume un’aspetto liscio ed elastico metto il resto degli ingredienti, pizzico di sale, poco di più di zucchero e la bacca di vaniglia da cui avrò estratto l’interno tagliandola a metà e raschiandola con un coltello.

IMG_3060

IMG_3064IMG_3071

IMG_3076

Amalgamato il tutto finisco poco alla volta la farina posò la frusta e proseguo con un cucchiaio di legno.

IMG_3085IMG_3089

per un buon risultato devo ottenere un’impasto morbido e se il rapporto uova+farina è troppo consistente posso aggiungere un goccino di latte. Fondamentale sarà ottenere un impasto elastico e non troppo sodo.

IMG_3094IMG_3097

Copro con un canovaccio e a riposo il tempo necessario affinché non raggiunge un volume strepitoso.

IMG_3098IMG_3102IMG_3103

Nel frattempo mescolo li zucchero al burro che sarà morbido…come detto se fate questo in inverno forse servirà un giro rapidissimo nel microonde per raggiungere un risultato cremoso.

IMG_3105

Spruzzo la mia teglia con dello scollante ma voi potete usare la carta forno per essere certi di estrarla intatta dopo la cottura.

IMG_3109

Riprendo il mio impasto, breve lavorata per dare la forma e lo stendo col matterello fino ad ottenere uno spessore di circa mezzo cm o qualche mm in più non preoccupatevi.

IMG_3112IMG_3114IMG_3115IMG_3116IMG_3118

Con la mano stendo la crema (burro+zucchero) oltre che per far aderire meglio, con la sua temperatura la mano facilità l’operazione.

IMG_3119IMG_3121

È mia abitudine ultimare con un’ulteriore spolverata di zucchero per asciugare la superficie che al momento di arrotolare sarà più aderente.

IMG_3124

Taglio la mia sfoglia con una rotella liscia con una distanza di circa quattro dita tra un taglio e l’altro.

IMG_3125IMG_3126

Prendo una striscia e arrotolo mantenendo la crema nella parte interna e il gioco è fatto…ecco una bella rosa e la posizionò nel centro della teglia.

IMG_3128IMG_3129IMG_3130

Via via di seguito fino a riempire tutto lo spazio.

IMG_3132IMG_3136

Già così è bellissima…me la scordo per qualche ora avendo cura di riporla in un luogo al riparo da sbalzi climatici o contrarie…il forno spento andrà benissimo. Trascorsa qualche ora minimo tre ma anche di più la torta è pronta per la cottura.

IMG_3144

Porto il forno a 200 gradi e quando la introduco abbasso a 170. Questa operazione garantisce una iniziale botta di calore che la farà alzare bene e il resto del tempo circa 40 minuti potrà cuocere fino al cuore. Trascorso il tempo munitevi di stuzzicadenti o meglio quelli sottili da spiedino e infilzate fino a toccare il fondo della teglia. Se estraendolo sarà umido o appiccicoso serviranno altri minuti di cottura se invece risulterà asciutto anche se unto comunque pulito la super torta è pronta. Dopo averla adagiata su piatto di portata setaccio tutto lo zucchero a velo e se avete la fortuna di aver ben eseguito le istruzioni godrete di uno spettacolo visivo di grande appagamento. Forse la complessità dei passaggi, la semplicità degli elementi utilizzati e il suo inconfondibile profumo di buono rendono la “torta di rose” un dolce che mi emoziona ogni volta.

13288356_1735702340020501_890735067_o

Annunci